TORRE albergo diffuso

Taipana

Le prime notizie storiche di "ville slave" riferite alle attuali frazioni del comune risalgono al 1300, periodo cui appartengono anche i resti della chiesa di San Mattia a Taipana e la chiesa della S.S. Trinità a Monteaperta.
Il territorio coi suoi borghi antichi, attraverso la catena del Gran Monte, il Rio Nero e il Natisone rappresenta il confine orientale dell'Italia con la Slovenia, più precisamente con la zona di Bergogna e Caporetto: un ponte naturale di collegamento tra genti e culture diverse che da sempre vivono assieme.
Infiniti sono i motivi per compiere meravigliose passeggiate, avventurandosi in questa terra incontaminata, generosa e ricca di flora e fauna rare, di limpidi corsi d’acqua.
Qui non solo nascono il Cornappo e, dalla confluenza del Rio Bianco col Rio Nero, il Natisone ma s'incontrano anche molte cascate, come la Cuclja del Rio Namlen che cade dall'altezza di 40 metri a Platischis.
Sul Gran Monte è disponibile un bivacco attrezzato nell'ex ricovero militare della prima guerra mondiale, sull'altopiano di Campo di Bonis sono allevati bellissimi cavalli, a Monteaperta pascolano libere capre e pecore e si producono, oltre al tipico e rinomato lardo arrotolato, formaggi freschi e stagionati di qualità particolare.
dolceNordEst www.dolcenordest.it
TORRE albergo diffuso
Realizzato da Bo.Di.